San Lorenzo, parla Fioretto: “Priorità valorizzare i ragazzi”

Il tecnico della Junores fa il punto della situazione e spiega gli obiettivi personali e del club

In casa San Lorenzo, archiviato il rocambolesco pari contro il Cynthia, si tira il fiato in vista del prossimo impegno casalingo con la Libertas Centocelle. Per il tecnico Mirko Fioretto è il momento di tracciare un bilancio sulla stagione in corso, con un pensiero agli obiettivi futuri personali e della società. “Ai ragazzi non posso rimproverare nulla, il nostro campionato è questo – dice Fioretto – proponiamo un gioco offensivo e se ogni tanto commettiamo qualche errore individuale, ci può stare. Quest’anno abbiamo pagato alcune situazioni a livello di organico, nel senso che non ho mai potuto contare sulla rosa al completo; ma non importa, perché il mio obiettivo da allenatore è quello di valorizzare i ragazzi”.

Su questo concetto, il mister ci tiene ad entrare nello specifico: “La scorsa stagione abbiamo mandato 5 giocatori in Eccellenza e quest’anno speriamo di ripeterci. Questi ragazzi devono essere pronti per il salto e, per prepararli, un allenatore deve prendersi dei rischi. Io sono più gratificato se uno dei miei calciatori va a giocare con qualche prima squadra, piuttosto che vincere qualche partita in più, ma questa è solo una considerazione personale”. Il tecnico conclude spendendo due parole sul 2-2 raccolto nell’ultimo turno di campionato e sull’autore del secondo gol: “Oggettivamente penso sia stata una gara a senso unico. Peccato per il primo tempo, chiuso sotto di due gol, e per le occasioni mancate una volta raggiunto il pareggio. Baroni? Ha realizzato il secondo gol, l’anno scorso era a Tor Sapienza con la prima squadra, ma è voluto rientrare alla base per incompatibilità tra allenamenti e studio. E’ un ragazzo valido e ci sta dando una grossa mano”.